mobile/whatsapp +356 77635974 - Italy +39 0399467012 [email protected]

Malta vista da noi in 5 punti

Ecco Malta vista da noi in 5 punti in un resoconto pubblicato da  un blog davvero accattivante e giovane che tratta di viaggi, sport, spettacolo e tecnologia dando voce ai suoi lettori in maniera semplice, divertente e soprattutto sintetica : ogni cosa viene raccontata attraverso 5 concetti o punti essenziali.

Ci siamo divertiti anche noi a raccontare  Malta attraverso le dita di una mano: partendo da un tour nella  sua splendida capitale Valletta, per passare a presentare l’ambiente internazionale che anima questa piccola isola nel cuore del Mediterraneo, per poi deliziarci con un tuffo nelle acque azzurro turchesi della Laguna Blu di Comino e ancora un assaggio di cultura e tradizione con le tipiche feste di villaggio nei pittoreschi paesini maltesi e per finire il colore giallo…..

Ma cosa c’entra il giallo con Malta?

 

Malta. La definirei l’isola dei contrasti dove la cultura inglese si è fusa con la cultura sud europea e nord africana, dove i suoi edifici antichi si integrano con quelli moderni, dove il sacro si unisce al profano, dove le tradizioni si aprono a culture internazionali, dove la rigida mentalità inglese si apre al caloroso carattere mediterraneo : un mix tutto da assaporare e gustare.

#5. VISITARE MALTA

Visitare Malta vuol dire partire da un tuffo nel passato con la sua splendida capitale La Valletta , fondata nel 1566 dai Cavalieri Ospitalieri, a cui si accede attraverso il ponte sul fossato che porta nella città fortificata. L’ingresso della città e’ stato rivisitato e rinnovato dal famoso architetto italiano Renzo Piano, che ha progettato anche il nuovo palazzo sulla destra che a breve diverrà sede del Parlamento. Qui l’antichità della pietra massiccia dialoga con l’innovazione in quanto sono stati creati dei sistemi per modulare la luce che penetra all’interno dell’edificio per creare un controllo della radiazione luminosa e della temperatura.

 

Proseguendo sulla via a destra si incontra la piccola Borsa di Malta, centro finanziario all’interno di quella che era una chiesa, per poi arrivare agli Upper Barraka Gardens , uno scorcio da non perdere dove lo sguardo può spaziare sulle 3 Città di Senglea, Vittoriosa e Cospicua, antico punto di approdo e rifugio di popoli arcaici . Un moderno ascensore del 2012 consente di scendere al Grand Harbour, punto di arrivo delle navi da crociera, con il suo waterfront , i suoi vecchi magazzini utilizzati dai mercanti fin dal tempo dei Cavalieri per scaricare le merci (ora splendidamente ristrutturati e sede di ristoranti e negozi). La cattedrale di San Giovanni è un gioiellino da scoprire con all’interno due dipinti di Caravaggio, uno spettacolo da vedere anche per chi ha poca dimestichezza con l’arte.

 

La città fortificata, divenuta ora centro commerciale, finanziario e amministrativo, va girata a piedi di giorno girovagando nel suo mercato, tra i suoi negozi , i suoi bar, le sue piazze animate , le sue strette viuzze con i caratteristici balconcini chiusi e colorati ma acquista anche un fascino suggestivo di sera, quando si svuota, perchè camminare nelle sue vie deserte, silenziose , illuminate dai lampioni ha il fascino dell’antico e del passato.

 

#4. AMBIENTE INTERNAZIONALE

A Malta, per chi non lo sapesse, l’inglese è lingua ufficiale e questo attira durante tutto l’anno ragazzi provenienti da tutto il mondo con la voglia di imparare l’inglese e nei mesi estivi pullula di giovani che frequentano i locali corsi di inglese perché vi sono scuole d’eccellenza a prezzo molto più economici dell’Inghilterra in un clima sicuramente meno piovoso di Londra. Malta consente ai ragazzi, dopo lo studio, di giorno di deliziarsi e crogiolarsi al sole in spiagge stupende, di tuffarsi in acque azzurre, di organizzare partite di beach volley o barbecue e di sera di frequentare l’animato quartiere di Paceville, un contesto di assoluta sicurezza, il quartiere notturno per eccellenza ricco di bar, pubs, discoteche, musica e animato fino al mattino.

 

Venire a Malta è l’occasione per conoscere sia gente internazionale sia i tipici maltesi, cosi aperti e socievoli che non mancheranno mai di fermarsi a parlare, di consigliarvi un ristorante o di aiutarvi nel prendere un bus.

#3. COMINO

Tra l’isola di Malta e la vicina sorella Gozo, l’isola del relax e della tranquillità, si trova la piccola isola di Comino.

 

Questa isoletta disabitata, dove si trova da un lato solo un albergo aperto d’estate e dall’altro una piccola spiaggetta, nasconde un tesoro: la Blue Lagoon , una baia assolutamente da non perdere per il blu azzurro intenso del suo mare che nulla ha da invidiare a quelli caraibici e di una bellezza mozzafiato che attira, per la sua ricca fauna marina, anche numerosi sub per delle immersioni spettacolari.

 

#2. FESTIVAL E FESTE

Nel periodo da aprile ad ottobre vi è un ricco calendario di manifestazioni sull’isola: dall’Arts Festival al Jazz Festival, dal Fireworks festival alla Notte Bianca a Valletta oppure alla Candle Night a Birgu ed alle tradizionali feste nei villaggi che animano le serate di abitanti e turisti.

 

Non si puo’ visitare Malta senza prender parte ad una festa tipica in un villaggio dove scoprire il fascino di paesi nascosti e la calorosità dei suoi abitanti , per immergersi nella autentica cultura maltese dove anche la ricorrenza religiosa diventa motivo di festa e allegria. Allo stesso modo non potrete lasciare l’isola senza aver goduto delle meraviglie di uno spettacolo pirotecnico! Che lo vogliate o meno, perché i fuochi d’artificio nel periodo estivo a Malta si susseguono tutte le sere e i suoi botti spesso vi accompagneranno fin dal mattino facendovi sentire parte del clima di festa dell’isola

 

#1. IL GIALLO, CIOÈ IL COLORE DI MALTA

Una bimba mi ha detto: “Sai cosa mi piace di Malta? Il giallo ovunque.”

 

Si perché il giallo è il colore tipico della pietra calcarea maltese con cui sono costruiti la maggior parte dei suoi edifici e che brilla di giorno illuminato dal caldo sole dell’isola e diventa suggestivo alla sera illuminato dalla luce dei lampioni che crea atmosfere fiabesche. Ecco perché girare nelle vie di Valletta o nella città del silenzio di Mdina o nelle tre città di Senglea, Vittoriosa o Cospicua sono esperienze imperdibili.

 

Il giallo è anche il colore del sole e della luce che splende per 300 giorni all’anno in questa isoletta nel mediterraneo e che risplende anche sui volti delle persone aperte e socievoli e che contrasta con l’azzurro del suo mare meraviglioso e il blu del suo cielo. Il giallo è il colore della sfoglia dei pastizzi, il tipico cibo da strada maltese venduto a soli 30 centesimi nelle “pastizzerie” , riempiti di ricotta o di crema di piselli: buoni caldi e gustati a colazione con il cappuccino, come fanno i maltesi, o in qualsiasi momento della giornata per riempire in maniera economica i buchi di fame.

Non vi resta che venire a scoprire l’isola del giallo perché Malta è questo ma molto altro….meglio con i migliori di MALTAway TRAVEL  e la migliore guida di Malta con il suo racconto e gli unici dettagli per una vera esperienza di viaggiatore.

Per tutto il resto c’è MALTAway

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: