Home » BLOG MALTAWAY » tassazione internazionale espatriati società » Cambiano le prospettive internazionali di Tassazione: Dal 2025 fine del regime fiscale Non-Dom in UK

Cambiano le prospettive internazionali di Tassazione: Dal 2025 fine del regime fiscale Non-Dom in UK

 

fine regime fiscale Non-Dom UK

fine regime fiscale Non-Dom UK

 

Il vantaggioso regime fiscale non dom vigente in UK sembra avviarsi verso la fine e alla sua completa eliminazione.

Cambiano quindi le prospettive internazionali di Tassazione: Dal 2025 fine del regime fiscale Non-Dom in UK

Il regime non dom, che risale a quasi 200 anni fa, consente alle persone che hanno un domicilio permanente fuori da UK di pagare nel Regno Unito solo le tasse su quanto ivi prodotto e di non pagare le tasse sui redditi o capital gains prodotti all’estero, salvo che siano rimessi nel paese.

Per prima cosa occorre fare chiarezza sul concetto di domicilio.

 

Cosa è il domicilio per UK?

Il concetto di domicilio per il diritto anglosassone è inteso come quello legato all’intenzione di risiedere stabilmente in un luogo a tempo indeterminatolegato principalmente alle proprie origini in quanto  si acquisisce normalmente dai genitori con la nascita e che ben difficilmente si cambierà nel corso della vita, utile come premessa per comprendere cosa significa essere considerati residenti NON domiciliati in un paese.

Il concetto di domicilio anglosassone legato alla giurisdizione di origine e ai legami familiari permanenti e duraturi è quindi ben diverso dal domicilio anagrafico previsto dal Codice Civile Italiano inteso come il luogo in cui la persona ‘’ha stabilito la sede principale dei suoi affari e interessi’’. (art 43 C.C)

 

Regime fiscale per residenti non-dom in UK

Il regime fiscale per residenti non-dom in UK è cambiato nel corso degli anni passando da tempo indeterminato ad un attuale regime di 15 anni, dove un soggetto dopo che è stato residente in UK per 15 dei 20 anni precedenti viene considerato domiciliato in UK, con tutte le conseguenze fiscali.

Come recentemente annunciato dal governo britannico il nuovo regime entrerà in vigore dal nuovo anno fiscale ovvero dall’Aprile 2025 e consentirà, a chi non ha già avuto la residenza in uk in passato per 10 anni consecutivi, di godere del regime fiscale privilegiato come non-dom per solo 4 anni anzichè i 15 totali attuali.

Successivamente inizieranno a pagare le tasse su tutti i redditi e secondo il regime ordinario.

Un tempo assolutamente breve per pianificare un trasferimento e poter godere dei suoi vantaggi fiscali limitati !!!

Per gli attuali non-dom sarà previsto un regime transitorio con un pagamento di tasse sul reddito estero, ma non sulle plusvalenze, ridotte al 50% per l’anno fiscale 2025/26 e con un meccanismo temporaneo di due anni di rimpatrio dei redditi e plusvalenze esteri con il pagamento di un’imposta ridotta al 12%.

 

Cambiano le prospettive internazionali di Tassazione: Dal 2025 fine del regime fiscale Non-Dom in UK

Bisognerà vedere se questo regime transitorio porterà o meno gli attuali non dom residenti in UK a decidere un trasferimento verso paesi diversi e piu’ attrattivi. Le stime, forse ottimistiche, già parlano di almeno un 20% degli attuali non dom, circa 10.000 residenti in UK, che abbandoneranno il paese.

Da dati ufficiali, il 20% dei professionisti ed executives del settore finanziario in UK con gli stipendi più elevati, sta attualmente sotto questo regime favorevole, la cui perdita provocherà in esodo ed un’attrattività del paese in generale e in modo particolarmente acuto per il settore finanziario.

La modifica complessiva del sistema fiscale non dom nonchè quella già annunciata per il regime delle successioni unita ad una piu’ complessa situazione di difficoltà del sistema economico e finanziario che si trova ad affrontare UK dopo Brexit, nonchè il nuovo regime dei visti per l’ingresso nel paese, stanno portando ad una diversa valutazione dell’attrattività del paese ed orientando molti a trasferirsi verso paesi diversi.

fine regime fiscale Non-Dom UK

fine regime fiscale Non-Dom UK

 

NON-DOM IN UK TASSA LE CRYPTO

Anche la modifica del 2023 al regime di tassazione di BTC e delle crypto valute, già da quest’ anno senza il regime non-dom favorevole indipendentemente dal profilo legale del loro beneficiario, sono una evidenza di questo percorso.

 

MALTA continua ad avere un attrattivo regime di residente non-dom permanente

MALTA ad esempio continua ad avere un attrattivo regime di residente non dom a tempo indeterminato che consente a chi trasferisce la residenza a Malta, nel rispetto delle norme in materia, senza la volontà predetta di considerarla come ‘’casa’’ in maniera permanente, acquisisce lo status di residente non domiciliato detto anche NON DOM.

Come RESIDENTE NON DOM a Malta paghera’ le tasse:

  • sul reddito in qualsiasi forma prodotto a Malta e sul capital gain ivi prodotto
  • sui redditi da fonte estera solo se trasferiti a Malta

Come RESIDENTE NON DOM a Malta NON paghera’ le tasse:

  • sul ‘’clean capital’’ rimesso a Malta
  • sul ‘’capital gain’’ prodotto all’estero e parzialmente o totalmente trasferito a Malta.

 

Anche in ITALIA è stato introdotto un regime non-dom per NEO RESIDENTI in Italia – La Dolce Vita

 

In Italia dal 2017 è stato introdotto un regime fiscale per NEO residenti con agevolazioni sui redditi prodotti all’estero per coloro che trasferiscono la residenza fiscale in Italia che sta sempre di piu’ attraendo sia cittadini stranieri che italiani da lungo tempo emigrati.

E’ un regime applicabile ai soggetti espatriati dall’Italia e che hanno risieduto all’estero per almeno 9 anni negli ultimi dieci anni fiscali e che ora rientrano in Italia e ai cittadini stranieri che decidono di trasferire la residenza in Italia.

L’agevolazione permette di derogare dall’applicazione del regime di worldwide taxation o tassazione su base mondiale ovvero di assoggettamento a tassazione di tutti i redditi ovunque prodotti nel mondo vigente in Italia, applicando una sorta di regime fiscale per NON DOMICILIATI  a tutti i redditi di fonte estera. 

L’opzione si rinnova di anno in anno tacitamente , salvo che il contribuente decida di revocarla, ed ha una durata massima di 15 anni.

E’ destinata ai soggetti con una elevata capacità reddituale ovvero a high net worth individuals” (HNWI) in quanto l’opzione prevede il pagamento di un’imposta forfettaria o flat tax di 100.000 euro per ciascun anno di imposta fiscale cui viene esercitata ma solo sui redditi prodotti all’estero cioè non generati sul territorio italiano.

Una persona che percepisce redditi esteri ad esempio di 2 milioni di Euro , nel momento in cui trasferisce la residenza in Italia e chiede l’applicazione di questo regime dovrà infatti pagare sui redditi di fonte estera solo una tassazione forfettaria di 100.000 euro.

In questo caso pari ad un 5%. Una percentuale di tassazione davvero bassa per chi ha redditi elevati!

 

Prima di trasferirsi a vivere in un paese bisogna partire da una analisi individuale della propria situazione e del proprio profilo legale, reddituale e patrimoniale, partendo da una visione globale economica, finanziaria, legale e regolamentare del nuovo paese di destinazione che richiede specifiche e approfondite conoscenze e competenze .

Pertanto è meglio prima di fare scelte, intraprendere progetti o percorsi di trasferimento all’estero o da un paese all’altro, affidarsi ad un professionista esperto in consulenza internazionale che sappia affiancarvi e guidarvi nella vostra scelta e nel vostro percorso.

Per tutte le esigenze di consulenza legale e fiscale e di residenza di Investitori, Privati e Aziende e per scelte di asset allocation tradizionali o cripto, o per il vostro espatrio e trasferimento internazionale in qualsiasi parte del mondo:

 

CONTATTI MALTAWAY